Progettazione

Anteprima APEMAYA: il progetto!

Anteprima APEMAYA: il progetto!

Nel nostro precedente articolo vi abbiamo raccontato di APEMAYA e, soprattutto, vi abbiamo invitato a partecipare a questo importante evento di lancio del Taurinorum Rally 2012 che si terrà giovedì sera, 19 luglio, nel Roof Garden del Basic Village, in corso Regio Parco 39 a Torino, e che ci vedrà presenti con le nostre ambientazioni outdoor (ritrovate l’articolo cliccando qui): nel corso della serata verrà presentata la nuova spedizione della Taurinorum Travel Team in sostegno delProgetto Humanitas Onlus, che quest’anno ha scelto di affiancare l’ong torinese CISV in un progetto di sviluppo in Guatemala contro la violenza sulle donne di cui oggi vogliamo parlarvi.

Il Progetto Humanitas Onlus si è infatti impegnato a cercare finanziamenti per il sostegno di un importante progetto del CISV che tutela le donne guatemalteche del Comune di Nabj che hanno subito e subiscono ancora violenze di diversa natura. Eccovi tutti i dettagli del progetto:

CONTESTO

Il Guatemala è un Paese segnato da un conflitto armato interno durato 36 anni e degenerato in un vero e proprio genocidio tra il 1978 e il 1983. Dal 1996, il Guatemala ha iniziato un processo di transizione democratica ostacolato da diversi fattori: la forte disuguaglianza nella distribuzione del reddito, una spesa sociale tra le più basse del continente, un alto tasso di analfabetismo e una mancata rielaborazione collettiva dei conflitti che hanno insanguinato il Paese.

Una delle più drammatiche espressioni di tale disagio è rappresentato dalla violenza contro le donne, fenomeno comune a diverse realtà ma che in Guatemala raggiunge proporzioni enormi. Il dipartimento di Quiché, dove si trova il Comune di Nebaj, rappresenta une delle aree maggiormente colpite dalla guerra intestina: il tessuto umano e sociale della regione è stato profondamente lacerato, provocando migrazione e povertà. In tale contesto, le donne finiscono per essere oggetto di una triplice discriminazione: di genere, per il fatto di essere donna, etnica, per il fatto di essere indigena, sociale, per il fatto di essere povera.

Il progetto mira a ridurre la violenza contro le donne nel Comune di Nebaj ed a contribuire ad una maggiore promozione e tutela dei loro diritti, promuovendo l’accesso alla giustizia e la tutela delle vittime nella Casa Defensoria de la Mujer.

Soggetti:

Il progetto coinvolge 1.092 persone residenti nel Comune di Nebaj.

In particolare, i beneficiari diretti sono:
- 200 donne vittime di violenza che riceveranno sostegno psicologico e legale
- 480 donne e giovani delle aree rurali che saranno formate sui propri diritti
- 352 donne membri dell’organizzazione partner che parteciperanno alle formazione CISV partecipa alla realizzazione e alla supervisione del presente progetto in partenariato con la Red Coordinadora de Organizaciones de Mujeres Ixhiles di Nebaj, organizzazione che riunisce nove associazioni le cui attività sono sempre state legate alla tematica dei diritti delle donne e dei diritti umani.
Il progetto ha una durata complessiva di 22 mesi ed è finanziato principalmente dall’Unione Europea.

Attività:
Il progetto è finalizzato al raggiungimento di 3 risultati principali:
- La Defensoria de la Mujer Ixhil offre sostegno e accompagnamento alle donne di Nebaj attraverso l’aiuto gratuito di personale legale e psicologico a difesa delle donne vittime di violenza
- Le donne del Comune di Nebaj conoscono i propri diritti specifici e ne sollecitano il rispetto tramite la realizzazione di 12 seminari di formazione sui diritti per le donne e le giovani dell’area rurale
- Il tasso di esclusione e discriminazione nei confronti delle donne diminuisce grazie a 12 seminari di sensibilizzazione rivolti agli operatori di giustizia, agli operatori sanitari e alle autorità comunitarie del Comune di Nebaj incentrati sulla questione dei diritti delle donne

AZIONI, ATTIVITA’ E MATERIALI CHE FINANZIEREMO CON IL VOSTRO AIUTO

a) 1 computer: 650 €
b) trasporto e alimentazione per le donne ospitate dalla Defensoria: 40€/mese, per un totale di 480 €/anno
c) visite mediche specialiste per le donne vittime di violenza, soprattutto ginecologiche in seguito a violenza sessuale, indispensabili anche per produrre prove per i processi. La necessità è di avere circa 100€/mese tra visite e medicine, per un totale di 1.200 €
Subtotale della prima fase del progetto:  € 2.400
Inoltre:
- con 150 euro si contribuisce all’accompagnamento legale delle donne vittime di violenza che si rivolgono alla Defensoria
- con 100 euro si potrà sostenere la riabilitazione psicosociale delle donne vittime di violenza e i gruppi di auto aiuto promossi dalla Defensoria
- con 50 euro si potrà realizzare un programma radio gestito da donne già vittime di violenza per sensibilizzare la popolazione di Nebaj su relazioni di genere e violenza
Subtotale della seconda fase del progetto:  € 7.600
Per l’acquisto dei Mototaxi sono in fase di definizione accordi con un’importante gruppo che ha deciso di sostenere il progetto!
Totale: € 10.000

 

>Sostieni anche tu il progetto tramite la pagina creata ad hoc:

>Per informazioni e per seguire l’Avventura:
www.taurinorumtravelteam.comwww.facebook.com/TTTeam

* Taurinorum Travel Team – www.taurinorumtravelteam.com – info@taurinorumtravelteam.com
* Progetto Humanitas Onlus – 011/5617061 progettohumanitas@tucanoviaggi.com
* CISV – www.cisvto.org – Alessandro Demarchi – 0118993823 a.demarchi@cisvto.org