Progetti

Buonanotte e sogni colorati.

Buonanotte e sogni colorati.

Lo ammettiamo: la maggior parte delle volte progettare la zona notte di un appartamento si risolve essere un’attività dove c’è poco spazio per la creatività o per la fantasia. Tutto questo a causa delle misure sempre più ridotte delle camere da letto contemporanee e delle evidenti necessità di sfruttare al meglio dal punto di vista contenitivo i pochi metri quadri in questione. E dire che stiamo parlando di una delle zone più importanti della casa, considerando anche la quota di tempo che in essa – coscienti o meno – si trascorre. Fortunatamente, non tutte le richieste sono uguali e questa volta vi raccontiamo di un progetto in cui i nostri professionisti – nel caso specifico l’arredatrice Gabriella Costamagna in collaborazione con l’architetto Andrea Zagoner – hanno avuto l’occasione di dare libero sfogo alle loro idee, proponendo ai clienti una doppia soluzione cromatica.

Entrambe le proposte sono contraddistinte da letti contenitore dalla forte funzionalità – Bend di NOVAMOBILI nel primo caso e il letto Force FN di OGGIONI nel secondo – e da un armadio esteticamente gradevole con alta capacità contenitiva come il modello Tempo Gola di NOVAMOBILI (inserito nel primo progetto con il terminale smussato per permettere una zona di passaggio più ampia). Della stessa azienda sono stati scelti anche i comodini e il settimino che affiancano il progetto, appartenenti al modello Easy, laccatura Ocra nella prima realizzazione grafica e laccatura Tangeri in quella illustrata di seguito. Ad impreziosire il progetto due lampade Lumiere O5 – design Rodolfo Dordoni per FOSCARINI – quali abat-jour d’eccezione. Infine, come si può vedere, l’elemento che differenzia le due proposte, oltre le due tonalità di finitura indicate, è la scelta di personalizzare con modalità alternative lo sfondo della camera: con l’utilizzo della carta da parati Sound Of Thunder di WALL & DECO nella prima realizzazione grafica e attraverso un effetto decorativo firmato SIKKENS ITALIA nella seconda.

Non vi diciamo quale progetto hanno scelto i nostri clienti, ma voi quale versione preferite?