Progettazione

Flexform, un'identità estetica

Flexform, un'identità estetica

Feel Good Divano Design A.Citterio

La seduta Margaret, il divano Cestone (design Antonio Citterio), i tavolini Dida, il comodo divanone Feel Good.

Queste sono solo alcune delle ultime novità presentate al Salone del Mobile 2009 da Flexform, l’azienda italiana nata durante i primi anni della straordinaria stagione culturale degli anni ’70 che ha dato vita al design italiano.

Era il 1970 e i pezzi Flexform venivano firmati da designer come Joe Colombo, Cini Boeri, Sergio Asti, Rodolfo Bonetto. Da allora a oggi il design di Flexform è riconosciuto in tutto il mondo.

Con il lavoro di progettazione dell’architetto Antonio Citterio nascono, nel tempo, collezioni di piccole poltrone, complementi e grandi divani, comodi e componibili, che hanno cambiato il modo di “stare insieme” e di abitare lo spazio.

Secondo il semiologo Ugo Volli, le collezioni del marchio Flexform hanno una rigorosa identità semantica espressa con queste parole.

“Abitare è sempre un gesto estetico [...] per questa ragione gli oggetti dell’abitare sono tutti un pò come degli specchi per chi li sceglie, essi compongono inevitabilmente degli autoritratti: la loro scelta definisce un’estetica e, attraverso questa, un’identità”.