Progetti

SALONE DEL MOBILE 2012: le novità di LAGO!

SALONE DEL MOBILE 2012: le novità di LAGO!

In precedenti articoli vi abbiamo parlato delle cose che abbiamo visto e che più ci sono piaciute nella recente edizione de iSaloni a Milano: come potrete immaginare molte delle creazioni che abbiamo ammirato appartenevano agli spazi allestiti dai grandi brand che fanno parte dell’offerta abituale di arredamento e design di qualità di Format Progetti Abitativi. Tra questi, vi era anche lo stand che ci ha stupito di più, creato da un’azienda con cui siamo orgogliosi di lavorare da diversi anni, seguendone l’inarrestabile crescita in termini di qualità e creatività.

Nell’affollato scenario del design domestico, LAGO ha sempre più affermato la propria identità di marchio emergente, attraverso prodotti emozionanti e un’apertura alle contaminazioni tra arte e impresa, uniti alla ricerca per uno sviluppo sostenibile. I suoi valori sono il buon vivere, lo stare insieme riappropriandosi della casa, che ritorna ambiente domestico e non più solo luogo di transito, attraverso i contenuti apportati dalle persone che la vivono ogni giorno e la possono arricchire con un design di alta qualità ad un giusto prezzo. Semplicità nelle forme, sottrazione come reazione al decoro fine a se stesso, alti livelli di personalizzazione attraverso il colore e la componibilità, qualità dei materiali e lavorazioni artigianali, prezzo accessibilie: sono questi elementi a rendere immediatamente riconoscibile un prodotto LAGO. Queste caratteristiche tornavano anche nello stand allestito per il Salone Internazionale del Mobile 2012: addentrandosi ci si immergeva letteralmente in un affascinante ambiente realizzato attraverso un sapiente gioco di luci e ombre in cui risaltavano come protagonisti elementi dai colori accesi, che sembravano fluttuare nell’aria esprimendo una chiara idea di leggerezza. Il tutto portava a una contaminazione degli spazi e un stravolgimento degli schemi, cifre stilistiche che fanno parte da sempre delle creazioni di LAGO.

Tra le novità presentate, non possiamo non partire con il prodotto che pare aver entusiasmato di più il pubblico, che non perdeva l’occasione per testarlo e scoprirne la praticità e la versatilità:Comfort Table, in cui un foglio sottilissimo di 2 mm appoggia su quattro solide gambe, rivestite in legno disegnate con linee essenziali, e si deforma quasi plasmandosi sotto il peso di mani e avambracci. Una piacevole sorpresa per chi vi si appoggia, grazie a un top laccato in policarbonato.

L’elemento portante di LAGO al Salone del Mobile 2012 è stata la consacrazione del sistema di storage Et Voilà, per il quale sono arrivati i tempi della maturità dopo essere stato recentemente insignito del Good Design Award 2011 da parte del Chicago Athenaeum. Con Et Voilà, perfezionato nella struttura e vestito di un nuovo tessuto a righe, il brand italiano ha raccolto una nuova sfida: portare nelle case un cambio di pensiero, aprendo la strada a un’arredamento vestibile che possa essere applicato alla zona giorno, alla zona notte, in futuro anche alla cucina.Et Voilà living sarà disponibile nei negozi a fine giugno 2012, mentre Et Voilà notte a fine luglio. Il tessuto è caldo, accogliente, intercambiabile: un vero e proprio cambio di paradigma nel mondo dell’arredamento.

Non hanno mancato di colpire l’attenzione dei visitatori anche le nuove creazioni firmate da Harry Owen: contemporanei e versatili, la sedia e gli sgabelli Joynt sono arredi snodabili. Grazie a un giunto in gomma integrato nella struttura in legno assecondano il movimento del corpo. La gamba dello sgabello permette un leggero dondolio, mentre lo schienale della sedia si flette all’indietro, supportando il dorso e restituendo una sensazione di grande comfort.

Stupefacenti anche i sistemi libreria che fluttuavano nello spazio, quasi come stalattiti di grotte marine: 30mm/Lagolinea e 36e8 Weightless è un modo assolutamente nuovo di concepire il mobile per il living che nasce da un’inconsueta esplorazione dei sistemi 30mm e 36e8. Per la prima volta i moduli sfruttano il soffitto come parete di aggancio e creano un effetto di sospensione estrema, in cui le mensole e i contenitori scendono dal soffitto come stalattiti. Nel30mm/LagoLinea Weightless sono tre le versioni degli schienali: vetro extrachiaro che accentua l’effetto di trasparenza, vetro laccato, legno laccato. Una soluzione elegante e originale per organizzare e dividere l’ambiente consiste nel creare un’architettura a centro stanza che si presenta, da un lato, come una parete in vetro lucido, dall’altro lato come una libreria-scultura.

L’azienda, dopo aver lavorato con vetro, laccati e tessuti, si approccia al legno con l’introduzione di Wildwood, un rovere vissuto che sembra lavorato dalla risacca del mare. Oltre ad essere applicato nel tavolo Air, è presente in un nuovo letto che unisce la trasparenza del vetro al calore del legno. La testiera in un rovere vissuto può essere impreziosita da una fascia in tessuto e personalizzata con delle fasce in vetro ai lati. In qualsiasi punto della testiera possono essere agganciati complementi rivestiti in tessuto che fungono da comodini e portaoggetti. Le gambe sono in vetro extrachiaro e il pianale è in HPL.

Uno spazio capace di ricreare la filosofia aziendale e progettuale di LAGO, ovvero unire creatività, funzionalità e design anche nei minimi dettagli, così come nelle nuove maniglie con cui concludiamo questo nostro racconto di uno degli stand più particolari e riusciti del Salone Internazionale del Mobile 2012.