Progettazione

Stockholm Design Week: le novità giungono dal freddo.

Stockholm Design Week: le novità giungono dal freddo.

In questi giorni il mondo che ruota intorno al design e all’arredo contemporaneo si è dato appuntamento a Stoccolma per l’edizione 2013 della Stockholm Design Week (5 – 9 febbraio): anche quest’anno, infatti, la bellissima capitale svedese ospita una delle più importanti manifestazioni fieristiche dedicate al design in generale e al settore del mobile e dell’illuminazione con la collegata Stockholm Furniture & Light Fair.

Da più di sessant’anni i migliori designer, esordienti o affermati, insieme alle aziende più prestigiose e innovative si ritrovano in questa occasione per esporre le proprie novità, raccontare il loro percorso evolutivo e rivolgere uno sguardo particolare allo stato dell’arte del mondo del design, incontrandosi e confrontandosi con colleghi professionisti di tutto il mondo. Circa settecento espositori in una vetrina imprescindibile per conoscere tendenze e visioni di uno stile davvero “glocal”, ovvero radicato nelle tradizioni del territorio per quanto riguarda toni, tinte e materiali, e contemporaneamente rivolto al mondo per la sua capacità di rispondere a istanze e urgenze universali.

Tra le particolarità di questa edizione, vi segnaliamo che – proseguendo una bella abitudine ormai decennale – l’allestimento dell’ingresso principale di Stockholmsmässan (ovvero lo spazio in cui si svolge la Stockholm Furniture & Light Fair) è stato affidato a un grande designer di livello internazionale: in questo caso la scelta è caduta su Oki Sato, fondatore e responsabile del brand giapponese Nendo, che per l’occasione ha realizzato 80 sheets of mountains, un’installazione in cui 80 “fogli” di alluminio creano un poetico e astratto paesaggio di montagna innevato, sintetizzando in maniera ottimale la filosofia del team nipponico, dove l’alta tecnologia dei materiali dialoga sempre con la sinuosità e i volumi delle forme ispirate alla natura.

Un’altra consuetudine della manifestazione scandinava è ospitare altre tre installazioni coordinate – così intitolate: Let there be style, Let be there light e Let there be future – e affidarle a un unico creatore: quest’anno Jan Rundgren ha pensato di omaggiare la storia del design scandinavo, esaltandone l’anima legata al territorio e insieme il sapiente utilizzo di materiali semplici e naturali, a partire dal legno stesso.

Al designer norvegese Daniel Rybakken è stata affidata la progettazione del Design Bar, mentre alcuni giovani designer emergenti hanno curato la realizzazione della Greenhouse 2013, traendo ispirazione dal mondo del giardino per esporre in una vetrina particolarmente prestigiosa le loro idee innovative.

Per quello che riguarda i protagonisti italiani, infine, vi segnaliamo la particolare partecipazione scelta da Foscarini, brand leader nel mondo dell’illuminazione di design: le sue iconiche lampade prenderanno vita nell’installazione Magic Windows – quasi un set teatrale ispirato al film Dogville di Lars Von Trier – ideata dal sempre più affermato Luca Nichetto.

L’idea di partenza è nata dall’abitudine tipicamente nordica di non chiudere (e quindi nascondere) dietro alle tende gli interni domestici, lasciando intravedere scorci domestici e frammenti di vita quotidiana. L’installazione si sviluppa attraverso una serie di finestre, tutte diverse tra loro, che permettono di immaginare spazi, arredi, oggetti e modi di abitare differenti: ogni finestra ha una sua particolare personalità, che anticipa, amplifica e sottolinea il carattere della lampade a cui fa da cornice. Magic Windows si può ammirare recandosi presso lo store Foscarini, situato al 38C di Rosenlundsgatan.

Il nostro consiglio quindi è di non farvi intimorire dal clima gelido caratteristico di quelle latitudini, ma – avendone la possibilità – di non perdere l’occasione di visitare la capitale svedese per questo particolare appuntamento, lasciandovi scaldare dal calore delle più importanti novità a livello globale del mondo del design.